L’envisioning per un nuovo modello di benessere: Epoca ed H2H sul resto del Carlino

Il benessere delle persone è ciò che ci guida in ogni progetto d’innovazione, che approcciamo con il design thinking, human centered per definizione.

Il resto del Carlino dello scorso 20 giugno racconta proprio di uno dei progetti che, insieme ad H2H, abbiamo realizzato negli ultimi mesi in Siemens.

Non c’è bisogno di spiegare chi sia Siemens. Forse quello che non tutti conoscono è il grande impegno di innovazione e ricerca che la nota multinazionale profonde nella promozione del benessere dei suoi dipendenti, che godono i frutti di questa attività: dallo smart working, alla palestra aziendale fino alla mensa healthy.

In questo contesto, già fortemente evoluto, Epoca, insieme ad H2H, ha indagato il concetto di benessere dei dipendenti e, utilizzando la tecnica dell’envisioning, ha delineato possibili scenari futuri di attuazione del servizio di facility management come driver di benessere organizzativo.

Il progetto è stato suddiviso in due fasi principali: la fase di ricerca e la fase di progettazione.

Nella prima fase di ricerca abbiamo intervistato e osservato i dipendenti, abbiamo parlato con chi all’interno di Siemens si prende cura di loro per far emergere punti di forza e aree di miglioramento del servizio attuale.

A partire dagli insights emersi, abbiamo condotto un workshop di co-design con Siemens Real Estate per individuare le linee guida dell’innovazione dei servizi di facility orientati al benessere.

Con la tecnica dell’envisioning siamo entrati nella fase di progettazione. Questa metodologia permette di immaginare e progettare scenari e servizi futuri rendendoli visibili al fine comprenderli e condividerli con il cliente.

L’idea del servizio viene quindi rappresentata mappando tutte le sue componenti come ad esempio gli elementi fisici, le modalità di interazione e le sequenze temporali con l’obiettivo di rendere il più possibile tangibile un’idea. L’envisioning infatti rende visibile l’invisibile e racconta una storia che ancora non c’è, ma che è già stata progettata ed è pronta da realizzare.

Carlino